Alcuni pratici consigli di bricolage

mensole-in-legno

Chi di voi non si è mai cimentato con un po’ di bricolage?

Magari l’avete fatto senza saperlo e magari non sapete neppure che rientrano in questa categoria anche tutta quella serie di lavoretti domenicali, che vi impegnano saltuariamente a casa vostra. Questo solo se ne avete le capacità e le conoscenze, come i lavoretti sull’impianto elettrico o su quello del riscaldamento o idraulici della casa, anche questi vengono classificati nella categoria del bricolage; proprio a motivo che il termine, bricolage deriva dal francese bricoleur che significa appunto “tuttofare”.

Chi tra di noi però nutre ed alimenta una vera passione per il bricolage si dedica spesso e volentieri al riciclo di vecchi mobili acquistati in qualche mercatino dell’usato, o trovati in soffitta ripulendoli, verniciandoli e rendendoli più belli con stencil o varie tecniche decorative, per poi impiegarli di nuovo come oggetti d’arredamento per ravvivare un angolo vuoto della propria casa o del proprio ufficio.

Capita alcune volte che le capacità manuali di chi pratica il bricolage, siano talmente sviluppate da consentire la costruzione di veri e propri mobiletti, di solito di piccolo ingombro, come tavolini per la veranda, sgabelli, scarpiere o piccoli oggetti d’artigianato da regalare agli amici in occasione delle feste.

Seguire un progetto

Se volete dedicarvi al bricolage, occorre in primo luogo avere un progetto da realizzare, magari qualcosa di semplice tanto per cominciare, qualcosa che non richieda particolari abilità se non quelle di uso comune e che vi consenta di vedere in poco tempo gli sforzi del vostro impegno. Qualcosa come per esempio la costruzione di uno scaffale a muro con alcuni ripiani orizzontali sorretti da mensole ben distanziati tra loro, per mettere un po’ d’ordine nel vostro ambiente di lavoro.

mensole-in-legnoE’ di primaria importanza, prima di comprare qualsiasi cosa, iniziare tracciando uno schizzo di massima su un foglio di carta per avere grosso modo l’idea di come si presenterà la vostra opera al termine della realizzazione. Tenete in conto che il ripiano ha un proprio determinato spessore e che per riuscire, comodamente, a prendere gli oggetti da uno qualsiasi dei ripiani, è necessario aver lasciato un certo spazio da quello superiore. Volendo, potreste aumentare il grado di difficoltà, realizzando dei ripiani sfalsati tra di loro, rispetto al loro centro, per creare maggiore “movimento” nelle forme.

Dopo che avrete completato il vostro disegno sarete in grado di redigere un elenco dettagliato delle cose che vi occorrono ed avrete una lista della spesa delle cose da comprare. Sia il legno, che gli attrezzi occorrenti, posso essere reperiti facilmente nei negozi specializzati in bricolage e fai da te. Non vi dimenticate di acquistare anche dei dispositivi di protezione per la vostra incolumità, come degli occhiali protettivi e un paio di guanti robusti. Avete tutto? Allora, Buon lavoro!

Certamente con i nostri rapidi consigli non diventerete degli arredatori di design, ma intanto comincerete a fare pratica.


Articolo a cura di Seo Business, la tua Seo Agency

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>