Perché si ricorre agli impianti zigomatici?

impianti-zigomatici

Si ricorre agli impianti zigomatici nel momento in cui si riscontra nel paziente una elevata carenza o atrofia ossea nella mascella poiché permettono di ancorare la protesi all’osso dello zigomo.

L’operazione avviene in anestesia totale ed è preceduta da un esame (TAC) di preparazione.

L’intervento si articola in tre fasi:

  • nella prima fase vengono tagliati i tessuti del seno mascellare (uno dei quattro seni paranasali) per mettere in vista e localizzare con assoluta precisione l’osso zigomatico;
  • nella seconda fase si predispongono, con tecniche tradizionali, i tunnel implantari sui quali verranno inserite le radici artificiali (fixtures) che hanno una lunghezza che va dai 40 ai 45 mm;
  • con la terza fase si suturano i tessuti incisi e si procede con il prendere il calco dentario finale sulla base del quale l’odontotecnico predispone la protesi definitiva che, addirittura, potrà già essere applicata il giorno successivo all’intervento.
La fotografia evidenzia come cambino anche i lineamenti del volto di un paziente, prima dell’impianto e dopo l’impianto.

impianti-zigomatici

Vediamo quali sono i vantaggi di questa tecnica innovativa:

  • Poche complicazioni: nel 5% dei casi si è constatato l’insorgere di una sinusite o di un’alterazione alla sensibilità dello zigomo. Sono comunque complicanze rare e risolvibili nel giro di qualche giorno con una corretta terapia.
  • Nessuna cicatrice: i tagli riguardano solo i tessuti interni, non c’è quindi motivo per avere segni visibili dopo l’operazione.
  • Dolore lieve: il paziente affronta l’operazione in anestesia totale e solo nelle ore successive sentirà un lieve fastidio, trattabile con semplici antidolorifici.
  • Percentuale molto elevata di successo dell’operazione; si parla di una percentuale che va dal 98 al 100%.
  • Compatibilità con il lavoro che si svolge: a differenza di altre tecniche impiantistiche richiede un’assenza minima dal proprio posto di lavoro (3-4 giorni al massimo).
  • Comfort funzionale ed estetico: i pazienti che hanno già affrontato l’operazione si sono adattati in fretta al nuovo impianto, senza grossi disagi.
  • Stabilità: il nuovo impianto è saldamente ancorato ai supporti inseriti nell’intervento ed il paziente utilizza i nuovi denti senza grandi preoccupazioni.
  • Rapidità dell’esecuzione e dell’ottenimento dei risultati: l’operazione dura circa due ore e risolve all’istante il problema del paziente. Nelle 24 ore successive può essere applicata un apparecchio provvisorio e non appena quello nuovo sarà pronto potrà essere subito avvitato e dal giorno successivo il paziente potrà di nuovo parlare, sorridere e mangiare a piacimento.

Per maggiori informazioni rivolgetevi allo Studio Dentistico specializzato in impianti zigomatici a Milano e a Torino.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>