Odontoiatri e implantologi al vostro servizio

impianti-con-poco-osso

L’odontoiatria moderna ha avuto una grande spinta in avanti dall’evoluzione della tecnologia e delle tecniche chirurgiche e ormai sono molti i pazienti che devono ringraziare queste innovazioni, se grazie a loro hanno finalmente ritrovato il sorriso. Fino a qualche decennio fa, una volta che il paziente aveva perso tutti i denti, restava solamente una cosa da fare: convincerlo a portare una dentiera mobile per tutti i giorni che gli restavano da vivere. Oggi, fortunatamente, non è più così. Finalmente anche chi ha perso tutti i denti, può tornare a ritrovare il sorriso, grazie all’implantologia odontoiatrica.

Un po’ di storia

L’implantologia ha visto con il Prof. P-I Branemark, un fisico di origini svedesi, la propria nascita intorno agli anni ’60 e fu salutata da tutta la comunità odontoiatrica di allora, come una vera innovazione che avrebbe lasciato il segno. Oggi è una branca della medicina di cui l’odontoiatria non può più fare a meno, tanti sono i casi delicati, anche in Italia, che si è riusciti a risolvere, grazie ad essa.

Gli impianti ai denti con poco osso

Quando oggigiorno ci si imbatte in un nuovo caso clinico, si cerca di risolverlo evitando tecniche interventistiche troppo invasive, che arrechino troppo fastidio ai pazienti e che li obblighino a tornare per troppe sedute. impianti-con-poco-ossoAccanto alle sempre più collaudate tecniche implantari All on 4™ e All on 6™, oggi è possibile eseguire un impianto denti con poco osso anche su quei pazienti che hanno una grave atrofia, cioè una mancanza accentuata, dell’osso mascellare superiore.

Questa nuova tecnica è possibile grazie all’invenzione di impianti in titanio molto più lunghi di quelli da inserire nell’osso mascellare, che vanno ad ancorarsi in maniera molto salda all’interno dell’osso zigomatico e che prendono, appunto, il nome di impianti zigomatici.

N°1 in Italia!

Con all’attivo oltre 30.000 casi di implantologia già risolti, di cui una gran parte con la tecnica zigomatica, l’implantologia moderna ha tutte le carte in regola per essere accolta e conosciuta anche dal grande pubblico. L’informazione che emerge dall’analisi degli studi clinici è che gli impianti ai denti con poco osso sono possibili e che non si è più costretti sorridere a denti stretti, dietro ad una scomoda e fastidiosa dentiera, ma da oggi sarà possibile tornare a sognare di avere nuovamente dei bei denti fissi e che funzionano a meraviglia, a qualsiasi età!

Contattate subito un Centro Specializzato per un impianto denti con poco osso e prendete un appuntamento per una visita di controllo!


Articolo a cura di Seo Business, la vostra Web Agency

Alcuni pratici consigli di bricolage

mensole-in-legno

Chi di voi non si è mai cimentato con un po’ di bricolage?

Magari l’avete fatto senza saperlo e magari non sapete neppure che rientrano in questa categoria anche tutta quella serie di lavoretti domenicali, che vi impegnano saltuariamente a casa vostra. Questo solo se ne avete le capacità e le conoscenze, come i lavoretti sull’impianto elettrico o su quello del riscaldamento o idraulici della casa, anche questi vengono classificati nella categoria del bricolage; proprio a motivo che il termine, bricolage deriva dal francese bricoleur che significa appunto “tuttofare”.

Chi tra di noi però nutre ed alimenta una vera passione per il bricolage si dedica spesso e volentieri al riciclo di vecchi mobili acquistati in qualche mercatino dell’usato, o trovati in soffitta ripulendoli, verniciandoli e rendendoli più belli con stencil o varie tecniche decorative, per poi impiegarli di nuovo come oggetti d’arredamento per ravvivare un angolo vuoto della propria casa o del proprio ufficio.

Capita alcune volte che le capacità manuali di chi pratica il bricolage, siano talmente sviluppate da consentire la costruzione di veri e propri mobiletti, di solito di piccolo ingombro, come tavolini per la veranda, sgabelli, scarpiere o piccoli oggetti d’artigianato da regalare agli amici in occasione delle feste.

Seguire un progetto

Se volete dedicarvi al bricolage, occorre in primo luogo avere un progetto da realizzare, magari qualcosa di semplice tanto per cominciare, qualcosa che non richieda particolari abilità se non quelle di uso comune e che vi consenta di vedere in poco tempo gli sforzi del vostro impegno. Qualcosa come per esempio la costruzione di uno scaffale a muro con alcuni ripiani orizzontali sorretti da mensole ben distanziati tra loro, per mettere un po’ d’ordine nel vostro ambiente di lavoro.

mensole-in-legnoE’ di primaria importanza, prima di comprare qualsiasi cosa, iniziare tracciando uno schizzo di massima su un foglio di carta per avere grosso modo l’idea di come si presenterà la vostra opera al termine della realizzazione. Tenete in conto che il ripiano ha un proprio determinato spessore e che per riuscire, comodamente, a prendere gli oggetti da uno qualsiasi dei ripiani, è necessario aver lasciato un certo spazio da quello superiore. Volendo, potreste aumentare il grado di difficoltà, realizzando dei ripiani sfalsati tra di loro, rispetto al loro centro, per creare maggiore “movimento” nelle forme.

Dopo che avrete completato il vostro disegno sarete in grado di redigere un elenco dettagliato delle cose che vi occorrono ed avrete una lista della spesa delle cose da comprare. Sia il legno, che gli attrezzi occorrenti, posso essere reperiti facilmente nei negozi specializzati in bricolage e fai da te. Non vi dimenticate di acquistare anche dei dispositivi di protezione per la vostra incolumità, come degli occhiali protettivi e un paio di guanti robusti. Avete tutto? Allora, Buon lavoro!

Certamente con i nostri rapidi consigli non diventerete degli arredatori di design, ma intanto comincerete a fare pratica.


Articolo a cura di Seo Business, la tua Seo Agency

Perché si ricorre agli impianti zigomatici?

impianti-zigomatici

Si ricorre agli impianti zigomatici nel momento in cui si riscontra nel paziente una elevata carenza o atrofia ossea nella mascella poiché permettono di ancorare la protesi all’osso dello zigomo.

L’operazione avviene in anestesia totale ed è preceduta da un esame (TAC) di preparazione.

L’intervento si articola in tre fasi:

  • nella prima fase vengono tagliati i tessuti del seno mascellare (uno dei quattro seni paranasali) per mettere in vista e localizzare con assoluta precisione l’osso zigomatico;
  • nella seconda fase si predispongono, con tecniche tradizionali, i tunnel implantari sui quali verranno inserite le radici artificiali (fixtures) che hanno una lunghezza che va dai 40 ai 45 mm;
  • con la terza fase si suturano i tessuti incisi e si procede con il prendere il calco dentario finale sulla base del quale l’odontotecnico predispone la protesi definitiva che, addirittura, potrà già essere applicata il giorno successivo all’intervento.
La fotografia evidenzia come cambino anche i lineamenti del volto di un paziente, prima dell’impianto e dopo l’impianto.

impianti-zigomatici

Vediamo quali sono i vantaggi di questa tecnica innovativa:

  • Poche complicazioni: nel 5% dei casi si è constatato l’insorgere di una sinusite o di un’alterazione alla sensibilità dello zigomo. Sono comunque complicanze rare e risolvibili nel giro di qualche giorno con una corretta terapia.
  • Nessuna cicatrice: i tagli riguardano solo i tessuti interni, non c’è quindi motivo per avere segni visibili dopo l’operazione.
  • Dolore lieve: il paziente affronta l’operazione in anestesia totale e solo nelle ore successive sentirà un lieve fastidio, trattabile con semplici antidolorifici.
  • Percentuale molto elevata di successo dell’operazione; si parla di una percentuale che va dal 98 al 100%.
  • Compatibilità con il lavoro che si svolge: a differenza di altre tecniche impiantistiche richiede un’assenza minima dal proprio posto di lavoro (3-4 giorni al massimo).
  • Comfort funzionale ed estetico: i pazienti che hanno già affrontato l’operazione si sono adattati in fretta al nuovo impianto, senza grossi disagi.
  • Stabilità: il nuovo impianto è saldamente ancorato ai supporti inseriti nell’intervento ed il paziente utilizza i nuovi denti senza grandi preoccupazioni.
  • Rapidità dell’esecuzione e dell’ottenimento dei risultati: l’operazione dura circa due ore e risolve all’istante il problema del paziente. Nelle 24 ore successive può essere applicata un apparecchio provvisorio e non appena quello nuovo sarà pronto potrà essere subito avvitato e dal giorno successivo il paziente potrà di nuovo parlare, sorridere e mangiare a piacimento.

Per maggiori informazioni rivolgetevi allo Studio Dentistico specializzato in impianti zigomatici a Milano e a Torino.

Nuovi indirizzi professionali in ambito amministrativo

corso-per-amministratore-di-condominio

La scuola ha il compito di formare l’individuo a diventare ciò che più esso stesso desidera, fornendo strumenti e conoscenze per completare un quadro che sarà la risultanza di una persona con il proprio carattere, che abbia appreso delle nozioni a livello di cultura generale ed una formazione professionale, il più possibile orientata verso il lavoro che si andrà a svolgere.

Per spiegarmi meglio porterò l’esempio dell’aspirante cuoco, che sarà stato orientato dalla famiglia a frequentare la scuola alberghiera, piuttosto che il liceo classico e viceversa colui che aspira a diventare un giornalista, avrà poco a che fare con gli studi di materie scientifiche.

Detto questo, proviamo ora ad osservare lo scenario di coloro i quali desiderano fortemente diventare amministratori di condominio.

La legge, ed in particolare il D.M. 140/2014, ci dice che coloro i quali vogliano esercitare la professione debbono aver necessariamente frequentato con profitto un corso per amministratore di condominio e questa volta il legislatore, nello stesso Decreto ha regolamentato anche le modalità di erogazione del corso stesso.

corso-per-amministratore-di-condominioCosì il corso amministratore di condominio Torino sviluppato ed erogato da Delpho, rispecchia tutti i requisiti necessari imposti e gli allievi che lo frequenteranno con impegno, potranno al termine, richiedere l’abilitazione per l’esercizio della professione.

Vi invitiamo, qualora foste interessati, a voler prendere visione della scheda del corso che troverete sul sito Delpho.it o ad inviare un e-mail alla segreteria della scuola, all’indirizzo info@delpho.it per porre i vostri quesiti in merito al corso.

Vi vogliamo ricordare inoltre che la scuola ha una decennale esperienza nel settore della formazione professionale informatica e che sullo stesso sito potrete trovare informazioni anche a proposito dei corsi di programmazione con linguaggi ad oggetti, corsi di CAD e di elaborazione grafica e corsi per l’uso avanzato delle applicazioni di Office Automation.

Anche coloro i quali, a seguito della contingente situazione economica, abbiano perso il proprio posto di lavoro, potrebbero intraprendere un percorso di riqualificazione professionale iscrivendosi al corso per amministratori di condominio o ad uno qualsiasi degli altri corsi di formazione.

Secondo il nostro modesto parere i soldi meglio spesi sono quelli usati per migliorare la propria cultura ed imparare nuove cose, anche in un momento di crisi come quello attuale.


Articolo a cura di Seo Business, la tua Web Agency a Torino

Soluzioni d’arredo per uffici sul web

Quando un’attività funziona, cresce e si espande.  Se poi il ritmo di crescita continua a mantenersi elevato potrebbe rendersi necessario spostarsi in un nuovo ufficio, andando incontro ad un trasloco con tutte le inevitabili conseguenze che comporta il trasloco di un’attività.

Occorre informare i clienti e i fornitori, spostare le linee telefoniche fisse, far ristampare dalla tipografia i moduli di lavoro, la carta intestata, i biglietti da visita, etc.

In definitiva se proprio non se ne può fare a meno, si affronterà anche il trasloco, ma se invece esistesse la possibilità di guadagnare spazio, rimanendo negli stessi locali, dove ci si trova a proprio agio, dove clienti e fornitori sono abituati a venirci a trovare e tutto il resto rimanesse invariato?

La soluzione per evitare il trasloco c’è e si chiama parete attrezzata!

Le pareti attrezzate sono soluzioni d’arredo che uniscono insieme il pregio di riuscire a personalizzare un ambiente, integrandosi perfettamente con gli arredi già presenti e la funzionalità intrinseca di un armadio grande quanto una parete, ma suddiviso in maniera da fornire tutto lo spazio di archiviazione che si desidera.

esempio-di-parete-attrezzataPer quanto si possa desiderare di avere un ufficio paperless, ovvero senza carta, ci sarà sempre bisogno di adeguati spazi, protetti all’interno di armadi, dove poter stivare le pratiche, le fatture e tutta l’altra carta importante che ruota intorno ad una qualunque attività di servizio o commerciale.

Le pareti attrezzate proposte e realizzate dalla Comar Sistemi rappresentano una tra le soluzioni d’arredo più innovative e funzionali che il vostro ufficio possa aver mai avuto. Non solo, grazie all’ampia varietà di colori e di tonalità, si possono abbinare ed integrare con gli altri arredi già presenti, come sedie e scrivanie, ma data l’elevata disponibilità di misure e di formati, saranno la soluzione ergonomica ideale per farvi guadagnare spazio e luminosità.

Ogni ufficio potrà cambiare aspetto e diventare più bello. Potete decidere di utilizzare le pareti attrezzate anche per suddividere tra loro varie aree di uno spazio aperto, creando così una serie di uffici di cui potrete modulare e rimodulare la metratura, man mano che la vostra attività subirà dei cambiamenti significativi, dimenticandovi per un po’ dei traslochi.


Articolo pubblicato da SEO Business, la vostra Web Agency di fiducia.